Tributo a Arnold Langer - É grazie a lui se i M.U.A. di tutto il mondo possono fare quello che fanno.


Si è spento il 27 febbraio 2018 a Berlino l'uomo che ha contribuito a scrivere pagine e pagine di storia del make up. Professione Make Up Artist lo ricorda così. - A cura di Michela Zitoli

Cosa sarebbe stato se nel 1945, al fronte, durante la II guerra mondiale, un giovane chimico di nome Arnold Langer non avesse sognato teatri e spettacolo e non avesse deciso di fondare Kryolan, non appena tornato a casa, dalla sua fidanzata Waltraud che lo stava aspettando?


Il giovane chimico trovò il suo primo guadagno dalla vendita di sapone e creme, che egli stesso produceva nella cucina di sua madre.

Con i suoi risparmi da soldato e sua moglie Waltraud al suo fianco, fondò Kryolan nel 1945.

Seguirono anni difficilissimi in una Germania devastata dalla guerra, in cui Arnold Langer trovò i suoi primi clienti nei teatri berlinesi - che egli stesso riforniva in sella alla sua bicicletta, fino al 1963, anno di acquisto della prima auto aziendale.

Modestia, disciplina, senso del dovere: questo ha reso Kryolan la prima azienda di trucco professionale su scala mondiale, da quel lontano 1945 sino ad oggi, unitamente al grande rispetto, all'etica e all'amore che questa azienda ha sempre profuso nella creazione dei suoi prodotti professionali e, non in ultimo, negli accordi e nei contatti sempre personali con i propri clienti.

Immaginate un mondo senza supracolor, senza aquacolor, senza dermacolor.
Cosa sarebbe il nostro lavoro, i nostri body painting, i nostri make up teatrali e la copertura delle malattie della pelle o la creazione di effetti speciali, se questo sognatore rivoluzionario - innamorato di teatro, di spettacolo e scienza - non avesse fondato Kryolan e lanciato questi nuovi prodotti, alcuni oltre 70 anni fa?


Tributo a Arnold Langer - É grazie a lui se i M.U.A. di tutto il mondo possono fare quello che fanno. Tributo a Arnold Langer - É grazie a lui se i M.U.A. di tutto il mondo possono fare quello che fanno. Reviewed by Michela Zitoli MUA on 10:04 Rating: 5

1 commento:

  1. Grazie Michela Zitoli per averci ricordato uno dei grandi miti del nostro mondo.

    RispondiElimina

Powered by Blogger.